Colomba con gocce di cioccolata (maestro A.Aiello)

Pubblica su Google Buzz Condividi su Facebook Condividi su Twitter

Ricetta del maestro Andrea Aiello  IMG_2301

Ingredienti: (2 colombe da 1 kg) 

1° impasto:

  • 300 g di Lievito Madre 
  • 550 g di Farina forte 400 W (per lievitati) 
  • 160 g di zucchero semolato
  • 240 g di acqua
  • 90   g di tuorli
  • 160 g di burro

Totale 1° impasto 1500 g

2° impasto:

  • 130  g di farina 400 W
  • 90   g di zucchero semolato 
  • 185  g di burro
  • 135  g di tuorli
  • 55   g di miele
  • 6     g di sale
  • 75   g di panna fresca  IMG_2305
  • 50   g di zeste di arancia 
  • 250 g di gocce di cioccolato fondente
  • 2 bacche di vaniglia

Totale impasto finale 2476 g

Glassa al cioccolato x 2 colombe:

  • 500 g di cioccolata fondente al 70% 
  • 40   g di burro di cacao 
  • 100 g di cioccolata fondente a scaglie 

 

 

Percentuali:

1° impasto:              2° impasto: IMG_2290

Ingrediente

%

Ingrediente

%

Lievito Madre

19,8

Farina

12,5

Farina

36,8

Zucchero

8,9

Acqua

15,9

Tuorlo

13,5

Zucchero

10,8

Burro

17,9

Tuorlo

5,9

Miele

5,4

Burro

10,8

panna fresca

7,2

    Sale

0,6

    Zeste arancia

5,4

    Gocce cioccolata

28,6

 

Preparazione:

Preparazione ghiaccia: mettiamo i primi 5 ingredienti nel cutter e tritiamo finemente facendo attenzione a non estrarre l’olio dalla frutta secca, quindi procedendo con piccoli colpetti.
Mettiamo il tutto in planetaria e mescoliamo con gli albumi. Lasciamo riposare in frigorifero dal giorno prima.

Per la preparazione del lievito naturale vedere sulla ricetta nel blog. (cliccare qui Lievito)

morandin 4

1° impasto:

Mettiamo nella planetaria la farina, lo zucchero e il lievito naturale e cominciamo ad impastare con l’attrezzo gancio. Aggiungiamo subito l’acqua in 3 volte.

Quando avremo ottenuto un composto liscio e omogeneo…

IMG_2248

… inseriamo i tuorli in 3 volte.

Ottenuto un impasto con un’ottima maglia glutinica (elasticità impasto) aggiungiamo il burro morbido a pezzetti in 3 volte. A fine lavorazione l’impasto dovrà risultare come in foto…

  120220121389  110220121386  IMG_2249

…mediamente dopo aver impastato 40/45 minuti mettiamo l’impasto ottenuto a lievitare in un contenitore di plastica chiuso con coperchio che abbia una capienza almeno 4 volte quella dell’impasto iniziale. Possiamo anche preparare la cosiddetta “SPIA di controllo”, cioè prendiamo un bicchiere od un piccolo contenitore graduato e inseriamo all’interno un pezzettino d’impasto, poi con del nastro adesivo segniamo il bordo superiore iniziale, in modo che sia evidente quando l’impasto si sarà quadruplicato (1+3).

Ora mettiamo a lievitare ad una temperatura di 27/29°C per circa 12 ore. Tenendolo ad una temperatura inferiore si allungheranno i tempi di lievitazione …

26 marzo 2012 028      260220121437

2° impasto:

  • una volta che l’impasto sarà lievitato lo inseriamo nella planetaria insieme alla farina e facciamo impastare per circa 15 minuti o fino a quando si sarà incordato bene l’impasto …


    62720_10200739157791272_1335420163_n[2]    IMG_2262

  • appena avremo ottenuto un bell’impasto omogeneo aggiungiamo i tuorli poco per volta;

IMG_2250

  • ora lo zucchero semolato con i semini della vaniglia e impastiamo qualche minuto;

IMG_2265

  • aggiungiamo il miele e la panna fresca

    IMG_2251

    • il sale
    • il burro morbido a pezzetti almeno in 3 volte
    • le zeste di arancia
    • le gocce di cioccolato (messe precedentemente in congelatore almeno un paio d’ore prima)

    IMG_2260

     

     

    Tenete presente che tutta l’operazione d’impasto dura solitamente intorno ai 40 minuti.
    Impastando a bassa velocità di solito l’impasto non andrà mai oltre i 26°C, nel caso doveste accorgervi che l’impasto vi sembri leggermente tiepido fermate la lavorazione e mettete 15 minuti l’impasto in frigorifero e poi riprendete la lavorazione, altrimenti si potrebbe rovinare la maglia glutinica.

    Alla fine dovreste avere un impasto come in foto, come vedete ben incordato…

    IMG_2266 

    Finita la lavorazione facciamo riposare l’impasto per 50 minuti circa (in gergo si dice puntatura) ad una temperatura di 26/28°C all’interno di un contenitore chiuso con coperchio o con pellicola trasparente all’interno della cella di lievitazione o forno con luce accesa.

    …terminata la puntatura procediamo a fare le porzioni (detta anche pezzatura) che dovranno essere per ogni pirottino:

    • pirottino da 1000 g = 1100 g impasto (io ne faccio 1200 g)
    • pirottino da  750 g = 850  g impasto
    • pirottino da  500 g = 600  g impasto
    • monoporzione         =  110  g impasto

    Pasqua 006         IMG_2267

    Infine se possibile ungiamo un piano di marmo con del burro ungendoci anche le mani, questo per via dell’impasto che risulta essere abbastanza molle e appiccicoso, e passiamo a dare la forma arrotondata (detta anche pirlatura) cercando di portare la pasta dai bordi verso la parte sottostante in modo da dare forza all’impasto per la lievitazione.
    Facciamo riposare per 10/15 minuti e ripetiamo l’operazione.

    Formatura:

    • incrociato: spezziamo il panetto (dose di una colomba) in 2 parti (2/3 per il corpo e 1/3 per le ali). Diamo una forma cilindrica e posizioniamo a croce come nelle foto sotto.

    IMG_2269     IMG_2271

    • spezzato: spezziamo il panetto (dose di una colomba) in 2 parti (2/3 per il corpo e 1/3 per le ali). Diamo una forma cilindrica al corpo centrale e posizioniamo nel pirottino e la parte delle ali la dividiamo ulteriormente a metà, formiamo 2 cilindri e li posizioniamo di fianco al corpo.

    IMG_2268

    Otterremo un effetto finale bombato per il metodo incrociato e più uniforme con l’altro metodo.

    Copriamo con un foglio di pellicola trasparente e mettiamo a lievitare ad una temperatura di 28/29°C circa per un tempo che varia dalle 4 alle 6 ore o comunque finché l’impasto non arriverà a circa 1 cm al di sotto del bordo del pirottino…

      colomba-3_thumb   colomba-4_thumb   colomba-5_thumb

    …finita la lievitazione lasciamo le colombe a temperatura ambiente per circa 15 minuti in modo da far formare una pellicina sulla superficie. Come potete notare dalle foto, si evidenzia la differenza fra il metodo incrociato (a sinistra) che risulterà essere più panciuto rispetto a quello spezzato (a destra) la cui altezza risulta essere più uniforme. Scegliete voi ciò che preferite.

          IMG_2285  IMG_2284

    …Passiamo alla cottura che per uno stampo da 1000 g sarà di circa 50/55 minuti ad una temperatura di 170°C statico. Come ben sapete i tempi variano a seconda del tipo di forno, comunque fare la classica prova dello stecchino per vedere la cottura o meglio ancora se avete a disposizione un termometro a sonda…

    21910_10200091549041458_26772917_n_t   IMG_2287  IMG_2288

    Una volta sfornate andranno agganciate con degli appositi ferri (foto sotto) o se avete i ferri per gli spiedini, o come ho fatto io molto “casarecciamente”, con dei ferri da maglia.

    Le facciamo raffreddare capovolte per 12 ore e poi passiamo alla glassatura, sciogliendo il cioccolato insieme al burro di cacao a bagnomaria…

    spilloni     IMG_2289

    IMG_2292    IMG_2293

    …con la glassa ricopriamo la parte superiore della colomba e poi cospargiamo con le scagliette. Mettiamo la colomba in frigorifero per 1 ora. Confezioniamo nell’apposito sacchetto di cellophane, dove si conserveranno tranquillamente per 15 giorni.
    Tenete presente che per far in modo che la colomba prenda bene tutti gli aromi sarebbe opportuno fare il primo assaggio almeno dopo 4/5 giorni.

    N.B. per un corretto confezionamento spolverizzate con alcool alimentare a 95°C l’interno del sacchetto.

    A questo punto non mi rimane che augurarvi Buona Pasqua 2013!!!!!